Posts contrassegnato dai tag ‘opere delle tenebre’

Nel giorno 25 aprile ad Adrano(Catania) si è tenuta la giornata spirituale nella preghiera. Ecco il cosiddetto ministro evangelico Corrado Salmè che gioisce ed alza le mani all’interno di una chiesa cattolica romana:

Queste foto sono state tratte da facebook e le potete trovare qui.

Come potete vedere fratelli e sorelle questo ‘ministro’ evangelico non si fa nessun problema ad entrare e rimanere all’interno di una chiesa cattolica romana; anzi dalla foto direi che sembra essere contento. Ma io vi chiedo: ma come mai uno che si professa ministro di DIO , e che dovrebbe essere luce, sta tranquillo e alza le mani all’interno di una chiesa piena di idoli, di corruzione e di eresie com’è la chiesa cattolica romana? C’è forse qualche comunione tra la luce e le tenebre? Come può uno che dice di essere luce gioire all’interno di un ricettacolo di tenebre e demoni? Essendo un conduttore di una chiesa e professandosi ministro di DIO non conosce forse queste parole: “Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre?”(2 Co 6:14)? Non sta anche scritto le seguenti parole: ” E NON PARTECIPATE alle opere infruttuose della tenebre;anzi, piuttosto, riprendetele”(Ef 5:11)?  Perchè non solo partecipa alle opere delle tenebre ma anche non le riprende sprezzando cosi i comandamenti del  DIO che lui professa di servire? (altro…)

Sul sito NTR24 si legge che un certo Roberto Sferruzzi, pastore evangelico di Benevento, ha partecipato con la Chiesa ad un incontro ecumenico in occasione della Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani. Nel trascrivere il cognome di questo pastore c’è stato però un errore, perchè si tratta di Roberto Sferruzzo, pastore della Chiesa Evangelica Pentecostale ‘Fiumi di Grazia’ che si raduna in Via Croce Rossa a Benevento. Peraltro è significativo che Roberto Sferruzzo su Facebook sia sul suo profilo personale che su quello della Chiesa ‘Fiumi di Grazia’ non ha fatto sapere nulla (almeno noi non abbiamo visto nessuna notizia a tale riguardo). Ha solo messo un post che porta la data del 23 Gennaio dal titolo ‘La cultura del sospetto e della diffidenza, non fa parte dell’Evangelo!’, dove dice tra le altre cose: ‘Una Chiesa che impatta è una Chiesa che non ha la paura del “contagio”, ma è una Chiesa, che scende nel fosso per raccogliere il malcapitato, anche se per farlo si deve “sporcare” con il fango. Basta con chi vuole diffondere un evangelo DIVERSO, quello della “diffidenza”, …. non temiamo il contagio, perchè non c’è contagio per chi va ad annunciare la salvezza, in Cristo Gesù, Gesù era senza macchia prima di entrare nella casa dei peccatori e lo era anche dopo, anzi dopo che egli usciva da quelle case esse erano purificate, smacchiate, e la luce risplendeva!!!’. Una coincidenza significativa perchè lo ha messo il giorno prima che avvenisse quell’incontro presso la parrocchia ‘Sacro Cuore’. (altro…)

Avevo letto dell’unzione dei cellulari, ma ora ecco dal Brasile un nuovo tipo di unzione: “l’unzione della scopa“.

Il pastore Jerônimo Onofre da Silveira, della Chiesa Evangelica Quadrangolare “Templo dos Anjos” di Belo Horizonte, Minas Gerais, insegna ad ungere la scopa con “l’olio di fuoco” da lui consacrato sul Monte Carmelo, in Israele, dove il profeta Elia fece scendere il fuoco dal cielo.

Secondo questo pastore, le persone che useranno questo olio da lui consacrato avranno la vittoria sulle opere delle tenebre poiché Dio distruggerà il male, il diavolo.

Lasciate perdere l’olio di fuoco per l’unzione della scopa, ritiratevi da questi cosiddetti pastori che s’inventano cose anti-bibliche.

 

tratto da:http://illuminatobutindaro.org/2012/01/19/israele-pastore-brasiliano-consacra-%E2%80%9Cl%E2%80%99olio-di-fuoco%E2%80%9D-per-ungere-la-scopa-video/

Post correlati: